FASE 3: Le principali novità dell’allentamento - GM academy
800962007 info@gmacademy.eu  

Da pochi giorni è iniziata la fase 3 dell’emergenza Corona-virus, che prevede nuove normative in vigore fino al prossimo 14 luglio.

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, ha comunicato che dal 15 giugno riaprono parchi ed aree giochi, anche per la fascia d’età 0-3 anni, centri benessere e termali, culturali, sociali e stabilimenti balneari. La stessa data stabilisce l’apertura dei centri estivi per minori.

 

Fase 3 Corona virus

 

Riprenderanno anche le attività come: sale giochi, centri scommesse e sale bingo; si potranno organizzare congressi, concerti con obbligo di distanziamento sociale e mascherina.

Sarà possibile prendere parte a spettacoli all’aperto con un massimo di mille spettatori, che scendono a 200 nel caso in cui avvengano in luoghi chiusi.

Con l’arrivo della fase 3 i musei ed i luoghi di cultura in generale, dovranno ben considerare le dimensioni degli spazi aperti al pubblico ed il flusso di visitatori, in modo da garantire la fruizione contingentata, il divieto di assembramento ed il distanziamento interpersonale di almeno un metro.

A partire dal 25 giugno si potranno anche svolgere alcuni sport di contatto a livello regionale.

Sale da ballo e discoteche restano chiuse in attesa delle indicazioni del 14 luglio.

Con la fase 3 novità anche per i viaggiatori

Per quanto riguarda gli spostamenti, resta la quarantena per chi proviene dall’estero ad eccezione dei cittadini UE, Area Shengen, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Vaticano e personale viaggiante, diplomatico e sanitario per lavori transfrontalieri.

È stato però esteso a 5 giorni il periodo massimo di permanenza senza obbligo di quarantena domiciliare per chi fa ingresso sul territorio nazionale per comprovate esigenze lavorative, così come per chi va all’estero per comprovate ragioni.

Restano invece sospesi i servizi da crociera da parte delle navi passeggeri di bandiera italiana fino a nuovi provvedimenti.

Ci stiamo quindi lentamente avvicinando alla situazione di normalità.

 

Leggi le altre News

Condividi: